• castiglion-fosco_00a
  • cibottola_00c
  • cibottola_01
  • cibottola_02
  • cibottola_010
  • collebaldo_00
  • gaiche_00
  • gaiche_03
  • gaiche_07
  • greppolischieto_02a
  • macereto_03
  • oro_01
  • piegaro_00c
  • piegaro_6
  • castiglion-fosco_00b
  • cibottola_00b

Photo gallery - Piegaro e il suo territorio

Nella parte occidentale dell’Umbria le coste irregolari del lago Trasimeno sono incorniciate tutt’intorno da dolci colline, che verso la Toscana sfumano eccezionalmente in una zona pianeggiante. Le lievi alture sono solcate da numerosi fiumi e torrenti che nel loro incessante corso confluiscono verso la valle del fiume Tevere; un territorio da sempre ambito e conteso per la posizione logisticamente strategica e per la fertilità delle colline. Proprio in questo territorio di confine, sorge Piegaro, su di un colle dalle pendici ripide di 356 metri s.l.m., a guardia dell’alta valle del fiume Nestore. A oriente il paese guarda il Monte Arale (853 m s.l.m.) a sud sovrasta boschi a perdita d’occhio e a ovest Città della Pieve, a ridosso del confine con la Toscana, nella direttrice che va a Perugia (Statale Pievaiola).