Pratalenza

Piccolo insediamento rurale a 556 metri s.l.m., dista da Piegaro circa quattro chilometri; appare per la prima volta nei registri storici nel 1258 come villa.

Sulla strada che da Pratalenza conduce a Greppolischieto si ergeva una piccola chiesa dedicata alla Madonna del Monte del XV secolo, con pianta rettangolare, soffitto a capriate e un unico altare dedicato alla Vergine. Nel 1956 un fulmine si abbatté sulla chiesa che l’incendiò e fece crollare il tetto. Qualche anno più tardi venne costruita una nuova chiesa più vicina al borgo, piccola e semplice intitolata a San Giuseppe lavoratore. In una piccola piazza, di fronte alle prime case del borgo, si trova un’edicola in muratura dedicata alla Vergine, nota come Madonnina de Pratalenza.